All the photos under the titles "fotopost" are copyright protected.
Piergiorgio Gabrieli © 2006 - 2008

13.6.07

Er fotoraduno de Roma contro el radùn fotografico di Milàn

Incontri fotografici: milanesi - romani

Premessa: si scherza!

I romani si organizzano al massimo 3 giorni prima di un evento… “Ao’ l’amico de l’amico mio dice che il tale giorno ce sta’ il tale evento nel tale posto… ‘nnamo?”. Se invece il giro è per le vie della città… si organizzano il giorno prima per il giorno dopo.
I milanesi si organizzano un mese prima e fissano due ipotetiche date tra le quali scegliere quella che più aggrada. Se c’è un evento, oltre a procurarsi l’invito, telefonano 3 o 4 volte per avere conferma… “L’organizzatore l’è un pirla, meglio aver conferma che affidarsi a quel brut carugnun!”.

I romani girano in largo e in lungo per le vie della città.
I milanesi chiedono l’autorizzazione ai vigili urbani e si fanno riservare un pezzetto di strada.

I romani si danno appuntamento verso la tale ora, vero il tale posto e prevedono un secondo momento di incontro verso la tale diversa ora ed il tale diverso posto… alcune volte cambia solo l’ora ma il posto è lo stesso… il problema è quando l’ora è uguale ma i due posti diversi!
I milanesi si incontrano alle ore 9.25 in punto… esattamente a 257 metri dalla stazione seguendo il percorso rosso… o… a 413 metri dalla stazione seguendo il percorso verde. Via email fanno il passaparola del percorso stampato compreso le indicazioni per il navigatore satellitare.

I romani fanno gli incontri “a ramo”… “ao’ io porto pure mi moglie… si, si con me viene pure la mia fidanzata… famo domenica così io porto i bimbi… con me viene pure un amico mio e due amici suoi, forse uno di questi amici suoi porta pure l’amante, va bene per voi?”.
I milanesi fissano un numero perfetto… 8!!! Prevedono anche un margine per qualche ritardatario o qualche indeciso dell’ultimo momento e, per queste eventualità, sono disposti ad innalzare il numero a… 9!!! Non una persona di più!!!

I romani fotografano “le modelle di una sera”. Nel tale locale il venerdì sera ci sono 3 modelle... si paga 6 euro ma nel prezzo è compresa la consumazione. Se po’ fa, se po’ fa!
I milanesi contattano 3 “modelle di professione” e 4 0 5 amiche disposte come riserva. Alla fine scelgono la modella da 150 euro perché per due ore è un prezzo onesto!

I romani con spirito goliardico, mentre fotografano cantano “heidiiiii, heidiiii le caprette ti fanno ciao!”
I milanesi… Heidi è il nome della modella che hanno scelto!!!

I romani dicono… speriamo che Dio ce la mandi bona, ops buona!
I milanesi contattano anche un’estetista, una truccatrice e pensano a come poter realizzare “il cambio di vestito”.

I romani si riconoscono… dalla pelata! Quella di Piero è la più gettonata ma comunque ci sono anche le altre a scelta.
I milanesi si riconoscono dai cartellini che hanno fatto stampare e che portano in bella vista sulla maglietta.

I romani portano treppiedi, monopiedi, stampella, bandiera della Roma e bandiera della Lazio… ognuno di loro porta tutto questo e difficilmente lo adopera!
I milanesi portano un solo treppiedi e pagano al comune 3 euro per l’occupazione del suolo pubblico… poi usano quell’unico treppiedi a turno!

(tratto da un post di Marifra sul Forum Digital Camera Magazine)

Nessun commento: